La propriété est sacrée (page inédite du Not. Émile Chanoux)

Chanoux elogia la proprietà privata, ma facendo una distinzione tra le terre di montagna e quelle di pianura: le prime per produrre ricchezza devono essere lavorate e per questo diventano giustamente una proprietà di chi le lavora; le seconde, invece, sono già ricche e diventano proprietà di chi le conquista con la violenza. La montagna, dunque, genera uomini liberi, mentre la pianura genera oppressori e oppressi.

Informazioni aggiuntive

  • Autore: Chanoux Émile
  • Pubblicazione:

    Augusta Prætoria

  • Disponibilità / reperibilità del testo: Sistema bibliotecario regionale
  • Note: 17/XX, 1 agosto 1946, p. 1

Bibliografia ragionata degli scritti su Emile Chanoux